Franz Kafka (1883 – 1924).

/, Portfolio/Franz Kafka (1883 – 1924).

Il figlio sofferente.Franz_Kafka_Brief_an_den_Vater_

Kafka, nato a Praga nel 1883 è di cultura tedesca, scrive in questa lingua, di per sé molto regolare e ‘strutturata’, oggi come all’epoca dell’impero Austro-Ungarico, per cui la sua personalizzazione e semplificazione strutturale (in realtà è quasi ‘destrutturata’) assume un peso specifico maggiore nel giovane scrittore-filosofo boemo.

La grafia è piccola, irregolare, le linee sono leggere, le lettere e l’andamento del rigo quasi traballanti, mancano di ‘ancoraggio’, fluttuano, così come i pensieri (la dominanza è sicuramente ‘cerebrale’ in questa grafia) senza una vera forza propulsiva, con poca energia vitale.

L’ attaccamento alla vita è minato dall’emotività e dall’ansia (Intozzata II modo), caratteristiche cui Kafka dà testimonianza sia nella vita (riluttanza per il cibo e per il proprio corpo), che nelle opere ( ” La metamorfosi ” e molte delle sue numerose epistole e pagine di diario…..).

kafka-franz-dessin

La grafia di Franz Kafka si sovrappone (Confusa), cede (Discendente), presenta forti variazioni nella zona mediana, sia di calibro che di inclinazione , con forti inversioni a sinistra (Rovesciata), la pressione è irregolare, presenta tratti finali taglienti su contesto fragile, come già evidenziato ( vedi barre delle ” t” e delle “f”, aste inferiori a ‘pugnale’), esprime la lacerazione di un’anima tormentata.

La tenerezza è testimoniata dai gesti curvi in cui tutte le antiche lesioni sono conservate dall’insistente e logorante attività mentale. L’intelligenza, basata sul pessimismo, perde di efficacia per una sorta di distacco dal reale senso della vita, testimoniato dalla carenza in lui tutta una serie di ‘appetiti’ e istinti.

psi-disc-letter2

Il margine destro, quello che indica la relazione col padre e lo sguardo al futuro, è fortemente trattenuto, alla fine persino ridotto (in controtendenza, direi). Questo elemento, unito

agli altri inibitori, lacerati e soffrenti, già evidenziati sopra, conferma i ben noti problemi nel rapporto di Franz con il padre, questo ricco commerciante ebreo ” i cui mezzi di educazione e oratoria sono entrambi insulti, minacce e ironia, costantemente ricordando ai suoi figli la miseria della sua giovinezza, facendoli vergognare di questa loro vita facile…”. Un padre vissuto opprimente e di poco supporto da Kafka, per tutta la vita (margine destro rientrato, fluttuazioni).

Poco prima di morire dolorosamente di tisi egli scrisse: ” …per due notti ho sputato sangue, posso dire che ho lacerato me stesso. La minaccia violenta, ma vana, che mio padre era solito pronunciare: ‘ti tagliuzzerò come un pesce’, questa oscura minaccia si realizza adesso indipendentemente da lui stesso. ”

Una piccola nota aggiuntiva; nato in una famiglia ebraica, Franz Kafka, alla fine della sua tormentata vita, si dà allo studio e all’approfondimento delle tradizioni (chassidismo) e delle lingua ebraica, eccone un esempio, in una lettera inviata al suo tutore:

Kafka-letter

 

Vi ritroviamo i tratti sporchi dell’Intozzata II modo e le frequenti cancellature (emotività); l’instabilità del tratto, della pressione e delle dimensioni, ma anche l’andamento regressivo della fine del rigo (Discendente), col margine finale trattenuto (l’ebraico si scrive da sinistra a destra, per cui i significati dei vettori destra-sinistra sono ribaltati), in questo caso riguarda il padre e il futuro quello visibile a sinistra.

Kafka muore di tisi nel 1924; la maggior parte del suo immenso lavoro letterario viene pubblicata postuma dall’amico Max Brod, in contrasto con la sua volontà. Unico maschio superstite fra i fratelli Kafka (i primi due muoiono bambini), non conosce gli orrori della seconda guerra mondiale, né della Shoà, che uccide invece le sue tre sorelle minori.

 

 

By | 2014-11-09T08:50:09+00:00 novembre 9th, 2014|Eventi, Portfolio|Commenti disabilitati su Franz Kafka (1883 – 1924).

About the Author:

Nel 1984 mi diplomo presso la Scuola Superiore di Studi Grafologici di Urbino con specializzazione in grafologia peritale sotto la guida del Prof Bruno Vettorazzo. Mi iscrivo all’elenco degli Esperti e periti del Tribunale. Oggi propongo counseling grafologico aziandale-professionale-scolastico per la crescita e il benessere ....a tutte le età.