La nostra grafia somiglia al nostro ‘portamento’

/, Grafologia somatica/La nostra grafia somiglia al nostro ‘portamento’

Scrivere è un comportamento ‘psicosomatico’, registra molto di noi poiché per scrivere usiamo non solo la nostra psiche, ma tutto il nostro corpo: ecco perché.

I muscoli, la ‘stazza’ il modo di respirare, tutto in noi contribuisce a definire come scriviamo…..Nessuna sorpresa quindi quando affermo che scriviamo come parliamo, come gesticoliamo e come ….camminiamo.

Quando i miei figli erano piccoli e giocavano nell’intervallo a scuola in un cortile con tutti gli altri bambini della loro scuola (io facevo dei ‘turni’ di sorveglianza come gli altri genitori) li osservavo muoversi, gridare e, con la complicità di alcuni insegnanti, gettavo un occhio sui loro disegni, le loro produzioni artistiche, quelle pre-grafiche prima, scrittorie dopo….Ebbene, vi era sempre una corrispondenza ‘dinamica’ in tutte queste loro espressioni. I più rapidi, agili, fantasiosi, lo erano anche nel modo di scrivere, disegnare e…cantare (in quella scuola esisteva ancora una buona esposizione alla musica, allo studio di uno strumento-base e al coro!). I ragazzini vivaci, ma allo stesso tempo non gratuitamente ‘chiassosi’ – per non dire verbalmente aggressivi – hanno, nella mia limitata esperienza, sviluppato tutti i segni della vivacità mentale ed affettiva, come il Disuguale metodicamente, Sinuosa, Fluida e persino Dinamica, negli anni della seconda adolescenza (per quelli che ho potuto seguire) e sono rimasti legati fra loro da una fresca amicizia, pur vivendo oramai spesso in posti diversi e talvolta lontani (la loro era infatti una scuola internazionale).

Ho già accennato delle corrispondenze grafia-voce (vedi post) e tornerò a scriverne ancora perché l’argomento mi affascina molto, ma lo stesso può essere detto di grafia e portamento o ‘incesso’, ossia il modo di muoversi, di camminare.

Come potrebbe essere diversamente? Se la costituzione fisica, nella grafologia ‘somatica’ di p. Moretti, appartiene all’impronta morfologica, l’incesso appartiene al ‘gesto fuggitivo’ in quanto ‘atteggiamento’. ‘L’individuo tende a confezionare le proprie vesti secondo la propria tendenza’.

Chi ha prevalenza di Aste rette procede un po’ impettito, se ha anche forte Mantiene il rigo e/o Ascendente e magari Angoli A : ‘cammina come se la strada fosse propria’, dice il Moretti. Chi ha molto Rovesciata cammina quasi contro-vento; si percepiscono nel suo portamento i segni della resistenza cautelativa. Chi ha forte Pendente, anche se incede in modo ‘impettito’ (perché magari ha Calibro grande e/o una forte pressione), quando incontra qualcuno sorride e si piega in avanti per stringergli la mano…..

Sorride spesso anche chi ha Accurata (un bel sorriso garbato per gli ‘ Accurata spontanea’, che però più di rado ridono, più affettato per ‘Accurata compita’, decisamente ‘maschera’ per ‘Accurata studio’, come per Flessuosa, del resto).

Un alto grado di Staccata dà gesto e parola precauzionali e con Intozzata I modo può ‘tradire’ l’attitudine al comando e lampi di collera, nello sguardo e nei gesti.

Asciutti nei modi e un po’ enigmatici coloro che hanno Parca e Ponderata, un po’ secchi coloro che hanno Recisa, Angolosa, Secca, acuta o addirittura Irta (uiuiui), mentre si porgono in un certo senso ‘abbelliti’, anche nella gestualità ‘mascherata’, coloro che hanno abbondanza di Ricci e infiocchettamenti nella grafia.

C’è chi ha senso estetico e cura dei particolari e lo mostra con grazia (Fluida, Accurata spontanea, Disuguale metodico, Elegante, Vezzosa, in contesto non esagerato) e chi pare veramente ‘in maschera’ (Calibro grande, Sopraelevata, Spavalda, Grossa……Ricci vari, soprattutto quelli di ammanieramento). E ancora chi è ‘sciatto’ (Sciatta, Grossa, Grossolana, Ricci della sciatteria e della Flemma, Lenta in tale contesto…) e cammina in modo disordinato, affaccendato (con Disordinata) o ‘come se avesse i muscoli infagottati’ (con Lenta).

Chi si muove con grazia solitamente ha anche alle spalle una buona auto-disciplina e forza di volontà…..non mancheranno quindi una buona pressione, il Mantiene il rigo (non rigido), Fluida (è simpatico e comunicativo), possibile Accurata spontanea e leggero Ascendente (che danno desiderio di miglioramento) ed altri indici che vanno in questo senso e cui dedicherò un post prossimamente.

Presto ‘posto’ due esempi di grafia, promesso!

Valeria

By | 2012-08-29T18:06:50+00:00 agosto 29th, 2012|Eventi, Grafologia somatica|Commenti disabilitati su La nostra grafia somiglia al nostro ‘portamento’

About the Author:

Nel 1984 mi diplomo presso la Scuola Superiore di Studi Grafologici di Urbino con specializzazione in grafologia peritale sotto la guida del Prof Bruno Vettorazzo. Mi iscrivo all’elenco degli Esperti e periti del Tribunale. Oggi propongo counseling grafologico aziandale-professionale-scolastico per la crescita e il benessere ....a tutte le età.